La Storia PDF Stampa
Indice
La Storia
Tre concetti fondamentali
I problemi umanitari
I problemi del territorio
I meetings culturali
Altre attività
Tutte le pagine

Il Club nasce nell'anno sociale 1995-1996, governatore del Distretto 108Y l'architetto Tonino Perrot di Napoli, per iniziativa del Dottor Maurizio Ferro, già Lions da diversi anni nel Club Scordia Val Catania, il quale risiedendo e lavorando a Catania, divulga nella sua città l'ideologia lionistica e raccoglie i soci fondatori chiedendo la costituzione di un nuovo Lions Club a Catania.

La richiesta, ben accettata dal Governatore, suscita tuttavia qualche resistenza sulla territorialità visto che già Catania conta diversi Lions Clubs per cui il sodalizio prende la denominazione di Lions Club San Gregorio di Catania.

Maurizio Ferro declina l'offerta di fare il charter president carica che prenderà Sergio Consoli brillante imprenditore pubblicitario catanese. Seguiranno, di anno in anno, altri presidenti dino all'anno sociale 2001-2002 con presidente Maurizio Ferro che, preso atto della nascita di altri Lions Clubs a Catania, con il consenso dell'assemblea soci, inolstra al board internazionale la richiesta di cambiare la denominazione.

La richiesta viene ora accettata ed il Club assume la denominazione "Catania Est" che più gli si addice visto che la maggior parte dei soci sono di quel territorio.

E' proprio sul territorio metropolitano il club esprime la sua attività associativa preponderante sia da solo che in singergia con gli altri Lions Club per l'affermazione dei valori del lionismo.

Il Club oltre all'azione sul territorio esprime la sua attività partecipando alle diverse iniziative distrettuali che vengono proposte dai governatori che si susseguono. Partepica inoltre attivamente ai temi e service nazionali ed internazionali e sostiene, ogni anno, la Lion Fundation, consapevole dell'importanza dell'azione corale dei Lions Clubs nel mondo intero. I Lions sono infatti una associazione di Clubs ed anche se ognuno di essi mantiene la sua autonomia, non deve far mancare il suo apporto sinergico alle attività distrettuali, multidistrettuali ed internazionali che conferiscono all'associazione un giusto prestiglio.